Sede di Foligno

Azienda

Incubatore di Foligno

La sede  di Foligno, operativa dal 2001, è una struttura che accelera e rende sistematico il processo di creazione di nuove imprese fornendo una ampia gamma di servizi integrati che includono gli spazi fisici dell'incubatore, i servizi di supporto allo sviluppo del business e le opportunità di integrazione e networking.

L'erogazione di tali servizi e il contenimento delle spese derivante dalla condivisione dei costi e dalla realizzazione di economie di scala, fanno sì che l'incubatore d'impresa migliori in modo significativo la sopravvivenza e le prospettive di crescita di nuove start up.
La struttura di Foligno è stato specializzato in via essenziale, ancorché non esclusiva, verso i temi dell'innovazione legati alle eccellenze del territorio riconoscendo una priorità insediativa alle iniziative con caratteristiche innovative soprattutto nel settore delle tecnologie della salute.

La struttura tende ad un ruolo di aggregatore di soggetti ponendosi al centro di una serie di relazioni che vedono quali attori qualificati le imprese tecnologiche, i centri di produzione del sapere, gli investitori; in altre parole abbiamo allargato la nostra visione puntando ad assumere sempre più un ruolo di "campus" focalizzato sull'innovazione tecnologica.

 

Tematica

Il Campus Tecnologie della Salute, come distretto previsto nella geografia dei campus regionali, si colloca all'interno del più ampio piano delle specializzazioni nel sistema Sviluppumbria.
L'incubatore di Foligno è stato identificato come il luogo per la creazione del Campus Tecnologie della Salute. Il settore di riferimento è quello della sanità nella sua accezione più ampia, che comprende anche la farmacologia e si estende anche al settore agroalimentare, veterinario e a quello delle biotecnologie industriali.

La localizzazione del Campus nell'incubatore di Foligno è connessa essenzialmente alla presenza all'interno dell'incubatore stesso di diverse realtà aziendali che operano nel settore biomedicale, alcune delle quali fanno già parte di aggregazioni istituzionali, quali, ad esempio, il Biomedical Cluster of Umbria, oltre al fatto che nella stessa zona si trovano alcune della più importanti aziende, per numero occupati e fatturato, nel panorama biomedicale regionale.
L'attività mira alla creazione di un centro, Campus Tecnologie della Salute, dove possono nascere nuovi progetti, dove start up  e spin off innovativi si insediano per accrescere il loro potenziale, dove in particolare sarà possibile interpretare le esigenze tecnologiche delle imprese, indirizzare le azioni regionali a sostegno della ricerca e dell'innovazione e permettere lo sviluppo delle relazioni tra aziende e centri di ricerca.

Tutto ciò al fine di favorire il trasferimento delle competenze, delle informazioni, delle abilità dalle imprese leader alle piccole imprese, rafforzare l'immagine di ogni singola azienda ed incrementare la specializzazione produttiva.

 

Struttura e servizi

L'incubatore di Foligno mette a disposizione delle neo aziende un pacchetto di localizzazione a costi competitivi per supportare strategicamente l'impresa composto da:

  • una sede operativa "pronta all'uso chiavi in mano" in quanto già perfettamente adeguata all'attività d'impresa e completa di una serie di facilities (distribuzione posta; portineria ed accoglienza visitatori; vigilanza notturna; parcheggio; manutenzione e pulizia delle aree comuni);
  • un complesso di servizi, variabile e personalizzabile in funzione delle esigenze, concepito per affiancare l'imprenditore dalla fase di elaborazione dell'idea progettuale fino alla sua realizzazione e per tutto il percorso di start up, mediante la fornitura di un pacchetto di servizi integrati di consulenza, formazione, e finanza dedicata. 

Dal punto di vista strutturale l'incubatore è suddiviso in 5 edifici destinati a tre diverse tipologie di impiego: 

Il centro servizi, ha una superficie di 837 mq, comprende locali ad uso ufficio, una sala convegni di 98 posti ed un aula formazione di circa 20 posti destinate a convegni ed attività di formazione a favore delle aziende ospiti o di altri eventuali utenti.

I laboratori "high tech" hanno una superficie complessiva di 1.750 mq destinati alla localizzazione di imprese innovative, a tecnologia avanzata o di servizi; sono suddivisi in 20 unità di varie dimensioni (da 55 a 135 mq ) ma hanno caratteristiche di modularità che consentono una vasta gamma di soluzioni.

I laboratori industriali hanno una superficie complessiva di 2.250 mq destinati alla localizzazione di nuove attività manifatturiere, industriali o artigianali, suddivisi in 11 unità di 200 mq circa, anche in questo caso modulari, ciascuna dotata di servizi autonomi.

 

Modalità di accesso ai servizi

Le modalità di accesso ai servizi di incubazione sono definite in modo trasparente dal regolamento che prevede:

  • requisiti di ammissione:  microimprese, PMI manifatturerie e di servizi (escluse attività commerciali) in fase di start up o di pre-avviamento o che vogliono diversificare/ampliare l'attività
  • modalità di presentazione della domanda di ammissione: mediante la compilazione di un format di domanda con il supporto metodologico del personale di Sviluppumbria
  • criteri di valutazione delle domande: valutazione della coerenza del profilo del proponente con l'idea, cantierabilità del progetto, validità tecnica, validità economica e finanziaria dell'iniziativa.
  • modalità operative del rapporto di incubazione: stipula di un contratto standard di prestazione integrata di servizi che sancisce in modo univoco, tra l'altro, la durata del rapporto (tre anni estendibile a cinque), ed il contenuto dei servizi offerti
Contatti

Sede Sviluppumbria Foligno
Via Andrea Vici 28
06034 Foligno (PG)
Tel: 0742 / 32681. Fax: 0742 / 326821

Coordinate GPS
N 42°  58'  08.72
E 12°  40'  55.06

Chiara Marinelli
email: c.marinelli@sviluppumbria.it

Marina Petrini
email: m.petrini@sviluppumbria.it