Convenzione Regione Umbria Sviluppumbria

Convenzione Regione Umbria Sviluppumbria

Convenzione Regione Umbria - Sviluppumbria; programmazione di valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale

Con la D.G.R.  n.682 del 24/06/2013 avente ad oggetto la "Programmazione di valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale", la Giunta Regionale ha deliberato la nuova convenzione triennale 2013/2015 – firmata in data 5 luglio 2013 - tra Regione Umbria - Servizio Patrimonio, Demanio e Logistica - e Società Sviluppumbria S.p.A, nella necessità di dare continuità e prosecuzione allo svolgimento delle attività relative alla precedente convenzione, scaduta in data 31/12/2012.
 
Sviluppumbria S.p.A., in virtù della legge regionale n.1/2009, svolge attività strumentali e di servizio alle funzioni della Regione e degli enti pubblici soci; in particolare, in base all'art. 1, comma 2, "attraverso la gestione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare della Regione e degli altri soci con esclusione delle attività di manutenzione dello stesso" e, all'art. 5 in base al quale "le funzioni di valorizzazione e gestione del patrimonio immobiliare della Regione attribuite a RES S.p.A. sono conferite a Sviluppumbria S.p.A".
 
Sviluppumbria in data 31.12.2012 ha concluso l'iter della precedente convenzione 2010-2012, siglata l'11giugno 2011, svolgendo le attività di gestione e valorizzazione del patrimonio regionale ed elaborando, tra l'altro, un "Piano di Sviluppo per la Valorizzazione del patrimonio Immobiliare regionale" ed uno "Studio di Promozione e Marketing del Patrimonio Immobiliare Regionale", in coerenza con gli strumenti di programmazione regionale.
Col la DGR n.682 del 24 giugno 2013, è stata confermata dalla Giunta Regionale la decisione di rinnovare a Sviluppumbria, società in house providing della stessa, l'affidamento delle attività afferenti la valorizzazione del patrimonio regionale mediante una nuova convenzione per il triennio 2013/3015.
 
Sviluppumbria ha predisposto un Piano Triennale di valorizzazione 2013-2015 ed un Piano Esecutivo con indicazione delle attività, dei tempi, delle voci di spesa e dei documenti di output delle attività svolte, che sarà concordato di anno in anno.
Il Piano Triennale individua la metodologia di intervento volta al raggiungimento degli obiettivi di ottimizzazione/valorizzazione del patrimonio immobiliare della Regione che Sviluppumbria intende seguire per le annualità 2013-2015, in coerenza con la Programmazione Regionale.

L'analisi degli scenari immobiliari, a livello mondiale, italiano ed umbro, è caratterizzata, a far data dal 2008, da una situazione congiunturale depressiva e, anche in prospettiva, mostra un quadro quanto mai critico, a causa di una forte competizione tra aree territoriali, di un forte ridimensionamento dei volumi di investimento anche legato alle proibitive condizioni di accesso al credito, di un consistente incremento sul mercato di immobili in vendita, soprattutto di proprietà pubblica, oltre che per il protagonismo di nuovi competitori, Paesi dove l'investimento risulta meno difficoltoso - e pertanto meno oneroso - sotto il profilo burocratico e di vincoli.
In questa analisi di contesto Sviluppumbria vaglia e progetta strategie di gestione che abbiano maggiore efficacia nello sviluppo di ipotesi di valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale.
La possibilità di individuare parti del patrimonio pubblico – siano esse immobili o terreni – da destinare a sviluppi progettuali nuovi o innovativi crea interessanti opportunità di insediamento, ed innesca un processo di sviluppo imprenditoriale e territoriale.
Il patrimonio immobiliare regionale, considerato in questa ottica, rappresenta una risorsa a supporto di tutta una serie di attività, ed allo stesso tempo diviene esso stesso maggiormente valorizzabile, attraverso lo studio e l'applicazione di nuovi modelli progettuali.
Sviluppumbria ha proceduto e proseguirà, tra l'altro, nella lettura/riclassificazione del patrimonio regionale secondo criteri che consentano il raggiungimento degli obiettivi di ottimizzazione/valorizzazione dello stesso, individuando alcuni pacchetti/prodotti tematici con riferimento ai beni con maggiore vocazione valorizzativa, affinché la "risorsa patrimonio", divenendo volano di sviluppo economico, culturale e sociale possa contribuire alla acquisizione di risorse per finanziare progetti e politiche di sviluppo.
 
Le attività operative si svilupperanno in sintesi intorno alle fasi della "conoscenza" e della "progettazione".
La conoscenza per consentire la formulazione delle diverse opzioni strategiche di valorizzazione, mediante le attività di aggiornamento del "fascicolo immobiliare" per procedere all'individuazione di immobili e macro - aggregati suscettibili di valorizzazione e ottimizzazione sotto il profilo economico - finanziario nel breve e medio periodo, in relazione soprattutto alle loro potenzialità e capacità di produrre un reddito e/o di fornire un servizio di natura sociale, culturale, o altro.
La progettazione è il momento durante il quale si possono definire in maniera articolata e dettagliata gli interventi necessari e funzionali a consolidare il rapporto tra i "soggetti" che partecipano allo sviluppo locale ed a promuovere e incentivare sinergie tra le loro azioni; seguito da una fase di concertazione istituzionale, per condividere obiettivi, strumenti e soluzioni con i differenti livelli istituzionali.
Sviluppumbria tiene sempre presente anche quanto in altre regioni è stato messo in atto, attraverso l'adozione di leggi, provvedimenti, strumenti di politica territoriale, definibili quali buone prassi, in grado di influenzare positivamente il PIL regionale.
Le proposte di valorizzazione, che si dovranno inserire all'interno della strategia regionale e dei metodi operativi di concertazione pubblico - privata, saranno caratterizzate da alcuni elementi specifici sia dal punto di vista operativo e gestionale, che economico - finanziario.
 
Gli strumenti a supporto della valorizzazione del patrimonio e del territorio sono stati individuati nel miglioramento della funzionalità del Sistema Informativo "Property Management", già avviato nel corso della precedente attività, prevedendo il consolidamento e la storicizzazione dei dati, l'integrazione del Sistema Informativo per le funzioni di analisi orientate alla Valorizzazione del Patrimonio Regionale, l'integrazione del Sistema di Property Management con i Sistemi Informativi Regionali e con il Portale Regionale e lo sviluppo della Vetrina Immobiliare:
 
L'integrazione del sistema dedicato alla conoscenza del proprio Patrimonio con gli altri sistemi consente di recuperare informazioni che altrimenti vanno ricercate e aggiornate manualmente.
Questo quadro conoscitivo territoriale, costruito mediate la mappatura informatizzata dello stato di fatto e dello stato di diritto del territorio regionale, sarà il riferimento per l'analisi delle fattibilità e per lo sviluppo delle varie linee di valorizzazione dei beni censiti.
 
L'attività di comunicazione, promozione e marketing prevista dallo Studio specifico realizzato nella precedente fase di attività rispetto ai beni che compongono il Patrimonio Immobiliare Regionale, si è andata ad innestare all'interno del complesso sistema Sviluppumbria, che ha titolarità anche in merito al supporto alla creazione di impresa, alla gestione delle politiche sul turismo ed alla promozione integrata della Regione.
La stessa si esplicherà attraverso azioni mirate, volte al conseguimento degli obiettivi di valorizzazione del Patrimonio Immobiliare, individuati sulla base dei "prodotti/pacchetti" disponibili e di una analisi sulla coerenza tra domanda e offerta.
 
Tutto ciò richiede strategie innovative per migliorare le performances del territorio e le politiche di marketing territoriale divengono, così, elemento sempre più importante nella programmazione strategica delle politiche di sviluppo locale.
Risulta evidente che è il sistema integrato locale, ossia l'insieme di fattori localizzativi e produttivi, da un lato, e di risorse pubbliche e private presenti in un territorio, dall'altro, che assume un ruolo da protagonista nella competizione economica globale.
I principali strumenti di comunicazione sono riconducibili in via sintetica alle seguenti tipologie:
- Comunicazione e promozione attraverso eventi – seminari – fiere;
- Comunicazione a mezzo stampa-istituzionale - iniziative editoriali ad hoc;
- Comunicazione e promozione mirata ad investitori;
- Comunicazione – Interazione Web, network, Vetrina Immobiliare.
 Il tutto nell'ottica del consolidamento del sistema di relazioni e networking che fanno parte del "Sistema Sviluppumbria".
 
Obiettivo di Sviluppumbria è quello di sviluppare una comunicazione web based al fine di incrementare il livello di interazione e di coinvolgimento dei soggetti della rete territoriale, attraverso modalità digitali.
A tale scopo e per ridurre le barriere spazio-temporali di interazione, si svilupperà nel portale Regionale del Servizio Demanio e Patrimonio la sezione dedicata alla promozione dello sviluppo economico locale e dell'attrazione di investimenti esogeni.
Questo sito può rispondere anche all'esigenza dei membri del network locale di far parte di un "contenitore attivo" capace di promuovere il territorio; in questa prospettiva il sito web dovrebbe consentire di dare una visibilità "democratica" ai diversi attori, divenendo il collettore di attività e di progetti imprenditoriali.
Il portale ha l'obiettivo di essere un'interfaccia del marketing territoriale dell'Umbria con imprenditori anche esteri interessati ad investire od a sviluppare business nel territorio.
Altro strumento è il network territoriale che dovrà essere articolato su tre livelli i cui confini, peraltro, appaiono destinati a divenire sempre più flebili; questi livelli identificano un network locale, un network nazionale ed un network internazionale.
La valorizzazione del patrimonio immobiliare regionale viene inserita anche nell'ambito dell'attività di marketing e di promozione integrata, propria della mission di Sviluppumbria.

Contatti

SVILUPPUMBRIA S.p.A.
Via Don Bosco 11 - 06121 - Perugia
tel 075.56811 – fax 075.5722454

Emanuela Malizia
e.malizia@sviluppumbria.it

Sito internet